RICHIEDI PREVENTIVO
nebbie oleose

Nebbie oleose

Oli inquinanti per le industrie produttive

Le nebbie oleose si formano principalmente a seguito di processi industriali che utilizzano oli combustibili, lubrificanti o idraulici ad alta temperatura.

Queste sostanze, ad alta temperatura, rilasciano nell’aria delle particelle finissime, ma inquinanti.
Oltre, a questo, le nebbie oleose possono formarsi a seguito di incrementi termici che provocano la vaporizzazione delle sostanze inquinanti.

Gli oli combustibili sono ottenuti dal petrolio e sono spesso una miscela di idrocarburi.
Possono essere sia densi (con un contenuto di zolfo minore o uguale all’1% del peso) che fluidi (con un contenuto di zolfo solitamente di circa lo 0,3% del peso).

Gli oli lubrificanti sono delle miscele liquide utilizzate in ambito industriale per ungere gli ingranaggi dei macchinari.
Chimicamente sono composti da idrocarburi e additivi minerali.

Gli oli idraulici possono essere minerali, vegetali o sintetici e vengono utilizzati principalmente su macchinari idraulici come escavatori o elevatori.
Gli oli idraulici sono il mezzo attraverso il quale viene trasportata l’energia meccanica e, contemporaneamente, lubrificano e raffreddano gli ingranaggi per evitare il danneggiamento degli stessi.

Gli impianti di aspirazione e filtrazione delle nebbie oleose hanno il compito di eliminare le particelle di oli che vengono disperse nell’ambiente lavorativo durante i processi industriali.

La filtrazione può avvenire con differenti tipologie di filtri, tra i principali abbiamo i filtri a coalescenza, in grado di trattenere le particelle di sostanze inquinanti che, per effetto della coalescenza, si aggregano tra loro fino a formare particelle pesanti che cadono sui filtri e successivamente vengono raccolte in particolari vasche destinate allo smaltimento dei rifiuti speciali.

Il nostro team di esperti ti consiglierà il miglior impianto di aspirazione nebbie oleose e, dopo aver studiato approfonditamente le tue esigenze, progetterà, realizzerà ed installerà l’impianto garantendoti la massima efficienza nel tempo e un’aria salubre e libera dagli agenti inquinanti.

Realizzazioni

Realizzazione di Cicloni separatori

RICHIEDI PREVENTIVO

Aree d’intervento

di seguito un elenco delle aree correlate a questa tecnologia

Rischi e sicurezza

I solventi COV e SOV, infatti, possono generare nausea, mal di testa, irritazioni, allergie ed asma. Inoltre, una prolungata esposizione può portare a problemi bene più gravi, come l'insorgenza di tumori e di danni al sistema nervoso. Per tale ragione, è importante che vengano utilizzati in aree circoscritte in cui siano presenti impianti di aspirazione in grado di captare i vapori, i quali, una volta trattati per recuperare i materiali, devono essere convogliati verso specifici dispositivi di abbattimento prima di essere immessi nell'atmosfera.

La L.M. Tecnologie dell'aria è da oltre 30 anni leader nella progettazione di filtri e di soluzioni per ridurre le emissioni di sostanze inquinanti nell'atmosfera.

UNCOMMENT